Alla vigilia del match contro la Roma, valido per la semifinale di ritorno di TIM Cup, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello.

“ E’ finito un primo tempo, siamo in vantaggio, ma non faremo calcoli sul risultato. Giocheremo la nostra partita come all’andata.  Sabato abbiamo svolto una gara dispendiosa, dovremo preparare bene la partita di domani recuperando le energie.

 Abbiamo rispetto per la Roma ma siamo consapevoli delle nostre forze. Se siamo arrivati fin qui evidentemente ce lo siamo meritati. Serve grandissima determinazione per arrivare in finale.

Sono tifoso della Lazio e sono qui dal 1999, è speciale per me allenare questa squadra. Ho voluto fare questo fortemente e sto sfruttando al meglio questa opportunità; ho trovato complicità con lo staff, con la Società e con i giocatori che mi hanno dato sempre grande disponibilità. Gli ultimi due mesi saranno determinanti.

Ciò che accade dall’altra parte non mi interessa. Abbiamo rispetto per la Roma e per il loro allenatore, per questo dovremo affrontare la gara con umiltà e determinazione.   La determinazione e l’approccio dei miei giocatori saranno fondamentali.

  La Roma avrà più gente dalla sua parte, ma i nostri tifosi non faranno pesare la differenza numerica tra le due tifoserie. Conosco i nostri sostenitori, ho giocato diversi derby e quando la nostra gente, conoscendo il valore di queste partite, non farà sentire inferiorità numerica sugli spalti. Saranno al nostro fianco e ci spingeranno fino alla fine per centrare una finale che rappresenterebbe un grande traguardo.

A volte un gol può anche non bastare, la gara tra Barcellona e Paris Saint Germain ce lo dimostra.

Ho ancora diversi dubbi. Dovremo valutare il recupero dei giocatori.   Dovremo essere uniti e compatti, poi io cercherò di fare le mie scelte considerando i giocatori che possono darmi qualcosa in più”. 

Fonte: sslazio.it