Juventus-Lazio, l’arbitro è già un caso. Appena conosciuto  lo staff arbitrale designato ma soprattutto saputo che l’arbitro selezionato è Paolo Tagliavento della sez. di Terni il tifo biancoceleste ha cominciato a contestare la scelta.

Le proteste sono motivate dai tanti precedenti di Tagliavento con decisioni/errori pro Juventus e anche per comportamenti di carattere “amichevole” con alcuni giocatori juventini tipo l’abbraccio di Buffon al termine di una partita o il “cinque” di saluto che lo stesso Tagliavento diede a Pjanic dopo averlo graziato da un cartellino giallo che avrebbe significato per il calciatore non giocare per squalifica la partita successiva contro il Napoli

Il fischietto di Terni è ricordato anche come “COLUI CHE NON CONVALIDO’ IL GOL DI MUNTARI E L’UOMO CHE RICEVETTE LE MANETTE DA MOU!”

A Roma invece viene ricordato come colui che riuscì a vedere una cosa completamente inesistente in un derby. Un fallo di Gentiletti su Dzeko almeno un metro fuori dall’area di rigore fu invece sanzionato con un calcio di rigore da Tagliavento.

In particolare Tagliavento ha diretto 4 derby con 3 sconfitte biancocelesti.

A questo punto mi sembra inutile “fare i superiori benpensanti” e fare finta di nulla o come fanno gli sportivi con la morale sempre pronta affermare che ogni partita fa storia a se e che i complottismi sono solo fantasie.

La realtà è che nelle ultime 3 partite di campionato la juventus è in grave calo soprattutto atletico e avere un’arbitro che casualmente quando sbaglia è sempre a vantaggio dei bianconeri è meglio di un’altro con una casistica di errori più casuale.

Tutto l’ambiente Lazio, squadra e allenatore prima di tutto sanno che la vittoria passa attraverso il superamento della Juventus ma soprattutto di una scelta arbitrale non opportuna pertanto per domani sera tutti devono dare il 101% .

 rigore inesistente lazioland1900.blog