SIAMO SOTTO ATTACCO MA LA STORIA DICE CHE LA LAZIO E’ ALTRO. INTANTO LA SOCIETA’ CHE E’ QUOTATA IN BORSA DEVE FARE IL SUO DOVERE

Ieri allo stadio Olimpico si è consumato l’ennesimo atto criminale nei confronti della Lazio. I Laziali con qualche anno in più di Lazialità sulle spalle potrebbero reagire rispondendo d’instinto: “non è la prima volta e non sarà l’ultima”. Però ultimamente il “crimine sportivo” si è “evoluto” facendo un passo avanti, non ha più il volto coperto per celare la propria identità ma commette l’atto a volto scoperto come ulteriore sfida ad un’ambiente che ormai chiaramente da fastidio.

La Lazio è una società quotata in borsa e queste decisioni arbitrali danneggiano palesemente gli azionisti e tutto il mondo Biancoceleste con un effetto domino devastante.

I vertici della società Biancoceleste stanno lasciando dichiarazioni di condanna verso questi episodi ma sinceramente come ho avuto modo di dire anche qualche giorno fa, se a queste non gli dai seguito con atti concreti nelle sedi giuste ed opportune rischiano di risultare oltre che inutili addirittura parte colpevole di questo teatrino penoso che oltre a danneggiare la Lazio danneggia tutto il calcio italiano.

La Lazio nella sua lunga storia ha superato mille battaglie e questi episodi hanno sempre rafforzato lo spirito di fratellanza quindi come sempre i Laziali si devono stringere forte intorno all’allenatore  e alla squadra fargli sentire la nostra vicinanza e immensa stima ma i dirigenti devono fare il loro dovere.

 

 

Rispondi