LAZIO-INTER è l’ultima partita della stagione ma non di quelle senza significato perchèé la posta in gioco è altissima. Al termine della gara, che si disputerà domenica sera alle ore 20:45 allo stadio Olimpico, si saprà chi delle due squadre parteciperà alla Champions League.

Praticamente è la partita che deciderà tutta una stagione per le due squadre.

La squadra d’Inzaghi, senza gli errori arbitrali subiti, la qualificazione all’Europa che conta di più l’aveva già raggiunta e sarebbe stato il giusto e meritato premio ad una stagione molto positiva che alla vigilia nessuno o quasi aveva ipotizzato ed  era iniziata con la vittoria alla Supercoppa Italiana contro la Juventus.

Essendo arrivati ormai a fine stagione vediamo in sintesi come le due squadre arrivano a questo incontro importantissimo.

L’Inter ha disputato fin ora 37 partite di campionato e 2 di Coppa Italia. La Lazio ha disputato e vinto la Supercoppa Italiana, ha giocato quasi per intero la coppa Italia fermandosi alla semifinale e l’Europa League fino ai quarti di finale.

Da questi pochi numeri si evince che la Lazio arriva al confronto con i neroazzurri con una maggiore stanchezza e che probabilmente è stata la causa d’infortuni di giocatori importanti come Parolo, Immobile, Luis Alberto e Radu di cui Simone Inzaghi ha dovuto fare a meno nell’ultimo periodo

Alcune buone notizie giungono dall’allenamento odierno, quasi certo il rientro di Immobile che ha superato lo stiramento muscolare subito a Torino e il pestone di ieri ricevuto nella partita di allenamento contro la Primavera.

Per la prima volta da inizio settimana sono rientrati in gruppo anche  Lukaku e Leiva. 

Niente da fare, invece, per Parolo e Luis Alberto, il loro allenamento lo hanno svolto in palestra pertanto il loro impiego nella partita di domenica sera, anche in caso di convocazione da parte dell’allenatore, è ormai da escludere

De Vrij ha espresso la volontà di scendere in campo comunicando ai suoi compagni di squadra, attraverso la chat di gruppo su Whatsapp, di voler disputare la sfida decisiva contro l’Inter per l’ingresso alla prossima Champions League.

Ora la scelta spetta solo a Inzaghi che a giudicare dagli allenamenti dovrebbe farlo giocare.

DIFESA: in porta ovviamente l’inamovibile Strakosha. La probabile linea difensiva a 3 sarà composta da  De Vrij al centro,  Radu alla sua sinistra e Ramos o Caceres a destra con il brasiliano in vantaggio sul compagno. Bastos e Wallace almeno nella formazione iniziale hanno probabilità ridotte di giocare.

CENTROCAMPO – Probabile la conferma di Murgia con Lukaku che subentrerà probabilmente a partita iniziata.  Leiva  e Milinkovic in mezzo, Marusic e Lulic sulle fasce.

ATTACCO – Considerata l’assenza di Luis Alberto, giocherà dal primo minuto Felipe Anderson che affiancherà il rientrante Immobile. Sarà importante vedere quali compiti l’allenatore darà al brasiliano. In fase di copertura dargli eccessive mansioni di copertura farebbe perdere lucidità e velocità in attacco. Forse Lulic e Marusic dovranno fare gli straordinari affinché il brasiliano mantenga una posizione più avanti possibile pronto a a saltare l’uomo e  tirare a rete o confezionare assist ad Immobile.

La formazione biancoceleste anche se dettata più da esigenze derivate dagli uomini a disposizioni di Inzaghi dovrebbe giocare maggiormente sulle ripartenze attendendo l’inter che necessariamente deve attaccare avendo a disposizione solo il risultato della vittoria mentre alla Lazio sarebbe sufficiente anche il pareggio per ottenere la qualificazione alla Champions League.

Quasi mai Inzaghi ha fatto giocare la squadra con una tattica attendista ma nell’occasione, considerata l’importante posta in gioco e i calciatori rimasti a disposizione, potrebbe assumere questo tipo di atteggiamento.

Per quanto riguarda l’Inter, l’allenatore Spalletti non ha nessun problema avendo l’organico al completo pertanto scenderà in campo con la formazione tipo con l’ex Candreva confermato sulla fascia destra.

Le probabili formazioni

Lazio: Strakosha, Luiz Felipe, De Vrij, Radu, Marusic, Murgia, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic, Felipe Anderson, Immobile.

Inter: Handanovic, Cancelo, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio, Vecino, Brozovic, Candreva, Rafinha, Perisic, Icardi.

 

FORZA LAZIO !